+39 (0)521 494389

Un bando al mese

Con l’avviso pubblico del 20 dicembre, l’INAIL ha annunciato il nuovo bando ISI-INAIL 2018 che metterà a disposizione delle aziende ben 370 milioni di euro per gli investimenti in sicurezza e salute dei lavoratori.
Come lo scorso anno, non ci sarà più lo specifico bando destinato al settore dell’agricoltura, ma per le aziende agricole sono riservati circa 35 milioni di euro, che saranno distribuiti secondo le regole dettate per l’asse numero 5 del bando.

Il nuovo bando INAIL prevede 5 assi di finanziamento:
l’asse 1 è dedicato al finanziamento di progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (182 milioni di euro);
l’asse 2 è dedicato al sostegno per progetti di investimento per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (45 milioni di euro);
l’asse 3 è dedicato ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (98 milioni di euro);
l’asse 4 è dedicato al finanziamento dei progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (10 milioni di euro);
l’asse 5 è dedicato al settore dell’agricoltura ed in particolare i progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (35 milioni di euro). In particolare, per l’asse 5 saranno agevolati l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature che abbiano soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, ma anche per ridurre le emissioni rumorose, il rischio di infortuni o quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

RUOLO DI BIT SPA
La Banca può informare le aziende agricole delle opportunità offerte dal bando, completare l’offerta di servizio con finanziamento per la parte del costo dell’iniziativa non coperta dall’agevolazione pubblica.
In relazione all’asse 3 rimozione amianto evidenziamo la possibilità di usufruire di prossimi incentivi per il nuovo decreto rinnovabili per la fonte fotovoltaica che prevede la possibilità di maggiorazione dell’incentivo in caso di rimozione cemento amianto.
La Banca può promuovere iniziative di informazione relative agli incentivi per le fonti rinnovabili in fase di approvazione che consentono di migliorare la bancabilità degli interventi di rimozione amianto in particolare per situazioni con superfici importanti.
BIT SPA è a disposizione per informazioni e chiarimenti rispetto alle normative approvate e/o in corso di approvazione.

About Post Author

Contattaci

  • Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA

  • + 39 0521/494389

  • info@bit-spa.it

Articoli recenti

BIT S.p.A. - Servizi per l'investimento sul territorio - Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA C.F: 02394650341 - P. IVA: 15240741007