+39 (0)521 494389

Un bando al mese

A partire dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18.00 del 31 maggio 2018 le imprese avranno la possibilità di inserire online il loro progetto di bonifica da materiali contenenti amianto e potranno effettuare anche le eventuali simulazioni necessarie, se interessate.
Ricordiamo che, come per i bandi precedenti, la procedura di presentazione delle domande di accesso agli incentivi è articolata in tre fasi, con le modalità indicate negli avvisi regionali/provinciali:
• compilazione della domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18 del 31 maggio 2018;
• inoltro della domanda online nei giorni e orari di apertura dello sportello informatico (il cosiddetto “click day”), che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dal 7 giugno 2018;
• conferma della domanda online da parte delle imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo, tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Possono accedere al finanziamento le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale e iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.
L’Avviso pubblico Isi 2017 mette a disposizione 249.406.358,00 euro per:
1. Progetti di investimento (Asse di finanziamento 1);
2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1);
3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2)
4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3)
5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4)
6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5- sub Assi 5.1 e 5.2).

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA come di seguito riportato, sarà assegnato in base all’ordine cronologico di invio della domanda fino ad esaurimento fondi e sarà erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa dei progetti presentati e la relativa realizzazione.
Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 è prevista una quota del 65% e con i seguenti limiti:
• Assi 1, 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato 2 non è fissato il limite minimo di finanziamento.
• Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro.
Asse 5 (5.1 e 5.2) nella misura del:
• 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
• 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).
In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00, mentre quello minimo è pari a Euro 1.000,00.

BIT SpA, società specializzata, può favorire la ricognizione aerofotogrammetrica e l’individuazione di tutte le coperture del cemento amianto del territorio. Inoltre con l’appoggio di BIT Energia offre supporto tecnico per la valutazione della fattibilità dei progetti di investimento.

Fonte: INAIL

About Post Author

Contattaci

  • Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA

  • + 39 0521/494389

  • info@bit-spa.it

Articoli recenti

BIT S.p.A. - Servizi per l'investimento sul territorio - Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA C.F e P. IVA: 02394650341