+39 (0)521 494389

Spazio BIT

 

Dopo l’ok della Commissione europea, il 2 marzo sono stati firmati dal Ministero dello Sviluppo Economico i decreti per la promozione dell’uso del biometano nel settore dei trasporti e le agevolazioni per le imprese a forte consumo di gas naturale. Inoltre è stata avviata la procedura di concertazione con il Ministero dell’Ambiente del decreto correttivo sui “Certificati bianchi” e per l’incentivazione delle rinnovabili elettriche (Fer1).

Con il decreto l’Italia, già all’avanguardia in Europa, si pone l’obiettivo del 10% al 2020 del consumo di energie rinnovabili nel settore dei trasporti, al cui interno è stato fissato il sub target nazionale per il biometano avanzato e gli altri biocarburanti avanzati, pari allo 0,9% al 2020 e all’1,5% a partire dal 2022.
La Commissione ha concluso che la misura aiuterà l’Italia a raggiungere il suo obiettivo 2020 per l’uso di energie rinnovabili nei trasporti, per la lotta ai cambiamenti climatici e per sostituire i combustibili fossili nel settore dei trasporti, limitando al contempo distorsioni della concorrenza, in linea con la disciplina della Commissione in materia di aiuti di Stato a favore dell’ambiente e dell’energia del 2014”.

Secondo il Consorzio Italiano Biogas l’Italia sarebbe nelle condizioni di raggiungere una produzione di 10 miliardi di metri cubi di biometano al 2030, di cui almeno otto da matrici agricole pari a circa il 15% dell’attuale fabbisogno annuo di gas naturale e ai due terzi della potenzialità di stoccaggio della rete nazionale.
Uno studio presentato da Althesis a Biogas Italy parte da questa stima per definire uno scenario al 2050, dove un potenziamento della produzione di biometano potrebbe evitare emissioni di Co2 per 197 milioni di tonnellate. Lo sviluppo della filiera consentirebbe, inoltre, già entro il 2030, di creare oltre 21mila posti di lavoro e di generare un gettito tributario di 16 miliardi di euro tra imposte sulle imprese e fiscalità di salari e stipendi.

BIT SpA, technical advisor nell’ambito del settore biometano offre i seguenti servizi
• confronto preliminare su iniziative progettuali;
• due diligence tecnico-economica ed amministrativa dei progetti;
• valutazione e analisi fattibilità;
• opportunità di creare sinergie con gli operatori del settore per la realizzazione dell’iniziativa.
BIT SpA ha in programma di organizzare a breve nuovi incontri di approfondimento sul tema biometano, vi terremo informati.

Per maggiori informazioni potete scrivere a info@bit-spa.it o chiamare 0521/494389

About Post Author

Contattaci

  • Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA

  • + 39 0521/494389

  • info@bit-spa.it

Articoli recenti

BIT S.p.A. - Servizi per l'investimento sul territorio - Via G. Magnani 10 - 43121 PARMA C.F e P. IVA: 02394650341